Indirizzi utili Foto

Località

località

Cosa ti interessa?

interesse

FIRENZE E IL CORRIDOIO VASARIANO

scritto da Antje Smit

Ostuni città bianca

Il percorso del Principe Il Granduca Cosimo I de’ Medici incaricò suo architetto di corte, Giorgio Vasari, di costruire un passaggio privato dalla sua reggia Palazzo Pitti al Palazzo Vecchio.

Questo passaggio non doveva essere visibile al popolo e così Vasari inventò un corridoio aereo, che fu chiamato Corridoio Vasariano in onore del suo costruttore. Il corridoio è lunga circa un chilometro ed è piuttosto stretto visto che è un passaggio segreto. Si può visitarlo soltanto su appuntamento con una guida e le visite sono molto limitate ma se riuscite ad avere i biglietti d’ingresso, siete davvero molto fortunati a poter visitare questa parte sconosciuta di Firenze.

La partenza è in Palazzo Vecchio, il suo nome Vecchio deriva dal fatto che Cosimo I si fece costruire Palazzo Pitti e si trasferì dal Palazzo Ducale alla nuova dimora, declassando il Palazzo Ducale a Palazzo Vecchio. I saloni e gli appartamenti ducali ci mostrano la potenza e la ricchezza del casato De’ Medici.

Si esce del Palazzo attraversa il cavalcavia sopra Via della Ninna e si entra nella Galleria degli Uffizi. Gli Uffizi furono in quel periodo realmente gli uffici del granduca e pertanto un passaggio era importante.
Dal terzo corridoio della Galleria tramite un ingresso stretto si entra nella prossima parte del Corridoio, attraversando l’Arno e il Ponte Vecchio senza essere visti dai numerosi fiorentini e turisti. Dalle finestre si ha una vista bellissima e inusuale sulla città.

Arrivati dall’altra parte del fiume fiorentino, il Corridoio prosegue passando vicino alla Torre dei Mannelli, una torre medievale, attraversa Via dei Bardi con un grande arco e porta dentro la chiesa di Santa Felicità. I nobili potevano in questo modo assistere alla funzione religiosa senza uscire allo scoperto.

  • Firenze 2
    Firenze 2
  • La città innevata
    La città innevata
  • Basilica di Santa Croce
    Basilica di Santa Croce

FIRENZE: ALTRE GUIDE

  • La magia della Firenze natalizia

    scritto da Clara Valeri

    Firenze, certo, non ha bisogno del Natale per richiamare turisti, visto che, da secoli, è una delle città più visitate del mondo in qualsiasi periodo dell’anno. Vero è, però, che il periodo natalizio veste la città di una luce diversa, particolare,... continua

  • Cosa fare in vacanza a giugno? Calcio in costume – Firenze torna al Rinascimento

    scritto da Federico Ruiz

    Firenze diventa ancora più speciale festeggiando il suo patrono, San Giovanni Battista (24 giugno). Programmandovi il soggiorno per questi giorni vivrete una esperienza indimenticabile! Anche se il caldo comincia ad essere insopportabile in questo... continua

  • Loggia dei Lanzi

    scritto da Ivana Lupi

    La Loggia della Signoria o dei Lanzi (ricordando la guardia mercenaria del Granduca Cosimo I), fu realizzata da Benci di Cione e Simone Talenti negli anni dal 1376 al 1382 per le adunanze pubbliche della signoria. Si compone di grandi arcate su... continua

  • Ponte Vecchio

    scritto da Ivana Lupi

    Fino al 1957 i ponti Fiorentini erano sei. Attualmente sono dieci. Come indicato dal nome, il Ponte Vecchio, Opera di Neri di Fioravante (1345), è il più antico della città. Non solo perché l’unico superstite autentico, ma perché sorge nello stesso... continua

  • Piazzale Michelangelo

    scritto da Ivana Lupi

    Il punto panoramico superbo di Firenze: ecco la definizione per il Piazzale Michelangelo. Questo piazzale è stato realizzato da Giuseppe Poggi tra il 1865 ed il 1870. Qui, si ammira il monumento a Michelangelo, ubicato al centro del Piazzale... continua

NEWSLETTER
SEGUICI SU
facebook twitter google
CATEGORIE PIÙ RICERCATE
INFORMAZIONI PRATICHE

Contatti

Termini e condizioni

VISITITALY PER LE AZIENDE

Richiedi informazioni commerciali in merito ai nostri servizi online direttamente ai nostri esperti. Accedi alle pagine dedicate alle aziende

Oppure chiamaci al numero

help desk
HELP DESK
0289368926

da lunedì a venerdì

dalle 09.00 – alle 13.00

dalle 14.00 – alle 18.00