Indirizzi utili Foto

VACANZE


Genga

VACANZE GENGA

Stai organizzando la tua vacanza a Genga? Vuoi scoprire tutte le informazioni su Genga? Su Visititaly trovi le guide turistiche scritte dalla redazione e le esperienze di viaggio dei navigatori che, come te, hanno scelto Genga come meta per le proprie vacanze. Su questa pagina scopri tutte le proposte più interessanti e le idee vacanza 2019 a Genga e dintorni con i suggerimenti di viaggio di Visititaly.

TERME SAN VITTORE - GENGA

scritto da Sara Benedetti

Ostuni città bianca

Italia è terra di terme che furono sfruttate sin dall'antichità come le terme di San Vittore, vicino Genga. Segnali che spingono a confermare questa ipotesi sono i reperti scoperti nella necropoli di Pianello risalenti all'epoco protovillanoviana e che indicano che le antiche popolazioni conoscessero le fonti le cui acque solfuree furono sfruttate dai romani. Le terme, nei primi anni venti del XX secolo, iniziarono a svilupparsi turisticamente con la creazione di un piccolo bagno termale che accoglieva turisti dal centro Italia.

Poco alla volta ed in epoche differenti, si è ampliato l'attuale complesso termale la cui ultima ristrutturazione che ampliò definitivamente gli impianti, fu fatta nel 1965. Queste migliorie hanno prodotto la valorizzazione delle Terme di San Vittore che furono rinnovate sia negli ambienti che nella attrezzature agli inizi degli anni duemila, con particolare rilievo al reparto inalatorio che a quello della sordità rinogena e con la creazione di uno speciale reparto pediatrico. L'intero complesso offre la computerizzazione dell'erogazione delle cure inalatorie e automaticamente un sistema di sanificazione degli apparecchi in uso. I reparti utilizzano acqua sulfurea dal caratteristico odore d'idrogeno solforato, la cui sorgente è a circa 400 metri dallo stabilimento e dalla quale si convogliano le acque che conservano in questo modo le loro caratteristiche originarie con la presenza di gas solfureo e sodico.

Dalla sorgente sgorga un’acqua limpida a 13°C caratterizzata da uno spiccato odore di uova marce dovuto all'alto grado di contenuto di zolfo, caratterista che assicura buone possibilità curative, soprattutto per le affezioni delle vie respiratorie ed ai reumatismi. Anche nelle terme di San Vittore-Genga, come avviene in altre località termali, lo sfruttamento delle cure risultano ideali per ottenere un'azione che sia dedicata alla protezione della salute per quanto riguarda la prevenzione che in quella eventuale, della terapia e della riabilitazione.

Le terme dispongono di un albergo ristorante annesso allo stabilimento termale che insieme ai reparti dedicate alle cure, è collegato con le camere attraverso un comodo ascensore. Il complesso offre un ristorante, due bar, piscina termale estiva con acqua termale solfurea il tutto in un vasto parco. L’ottima cucina del ristorante utilizza soprattutto prodotti locali e genuini e questo permette agli ospiti di gustare tipici piatti regionali con menu a scelta e vasto assortimento.

Le terme sono aperte tutti i giorni ad esclusione del sabato pomeriggio, la domenica e tutti i festivi. Sono ad una altitudine di duecento metri a poca distanza tra il Sentino e l'Esino inserito nell'Appennino Marchigiano, vicino a Genga (famosa per essere la terra delle Grotte di Frasassi) in una posizione molto scenografica. Per arrivarci da Ancona si deve percorrere la superstrada in direzione Roma e la strada statale 76bis e vanno seguite le indicazioni per le Grotte di Frasassi, da cui distano solo 600 metri, all'uscita di Sassoferrato dopo le gallerie della Gola Rossa.

Per coloro che provengono da Roma lunga la direttrice Foligno-Fabriano possono utilizzare la stessa uscita. Per coloro che utilizzano il treno lunga la linea Ancona-Roma la stazione è quella di Genga-San Vittore dove si troverà in coincidenza, un pullman navetta della società termale che offre il gratuito servizio di navetta durante l'orario delle cure termali.

Province

Comprensori

cerca CERCA
  • Le Grotte di Frasassi, Genga

    scritto da Antje Smit

    Grotte bellissime che furono scoperte soltanto nel secolo scorso da un gruppo di speleologi di Ancona. È una vera attrazione turistica nelle Marche.Nel Parco Naturale Regionale Gola della Rossa e di Frasassi con gole, una natura selvaggia e piccoli... continua

Genga (provincia di Ancona). Il patrono è san Clemente il cui giorno di festa è il 23 novembre. Genga ha come frazioni Avenale, Bivio Filipponi, Camponocecchio, Capolavilla, Casamontanara, Cerqueto, Colcello, Colleponi, Falcioni, Gattuccio, Meleto, Monticelli, Palombare, Pianello, Pierosara, Rocchetta, Rosenga, San Donnino, San Fortunato, San Vittore, Trapozzo, Trinquelli, Vallemania, Valtreara e i suoi abitanti si chiamano gengarini.

E' un comune montano marchigiano di circa 1979 abitanti. Ha una superficie territoriale di 72.35 km² e si trova a 322 metri sul livello del mare. Di particolare interesse vicino a Genga possiamo trovare: Fabriano, Jesi.

NEWSLETTER
SEGUICI SU
facebook twitter google
CATEGORIE PIÙ RICERCATE
INFORMAZIONI PRATICHE

Contatti

Termini e condizioni

VISITITALY PER LE AZIENDE

Richiedi informazioni commerciali in merito ai nostri servizi online direttamente ai nostri esperti. Accedi alle pagine dedicate alle aziende

Oppure chiamaci al numero

help desk
HELP DESK
0289368926

da lunedì a venerdì

dalle 09.00 – alle 13.00

dalle 14.00 – alle 18.00