Indirizzi utili Foto

Località

località

Cosa ti interessa?

interesse

LA MAGIA DELLA FIRENZE NATALIZIA

scritto da Clara Valeri

Ostuni città bianca

Firenze, certo, non ha bisogno del Natale per richiamare turisti, visto che, da secoli, è una delle città più visitate del mondo in qualsiasi periodo dell’anno. Vero è, però, che il periodo natalizio veste la città di una luce diversa, particolare, che aggiunge alla tradizione, la storia e la cultura che abitualmente vi si respira, quel pizzico di magia e di atmosfera in più che la rende davvero unica e inimitabile e che, almeno una volta nella vita, è da provare.

A colpire, subito, sono le numerosissime luci, sia quelle accese nelle vie principali e nei vicoli che ricordano il periodo medievale, sia quelle appositamente studiate per valorizzare ancor di più i monumenti principali della città. Ogni strada e ogni quartiere sceglie le proprie luminarie, appese tra le strette pareti degli antichi vicoli, così come a cavallo dei viali più grandi. 
L’odore delle caldarroste si sparge nell’aria e la frenesia della caccia al regalo aumenta via via che passano i giorni, aiutata dalla tradizionale chiusura al traffico del centro storico che, lasciando passare solo gli autobus navetta gratuiti, permette a cittadini e turisti di guardare con tutta calma le vetrine dei negozi e approfittare delle occasioni per trovare il giusto regalo. 

È in questo periodo, infatti, che la tradizione delle antiche botteghe artigiane si rinnova ancora una volta attraverso la realizzazione di prodotti fatti a mano tra tessuti, gioielli, scarpe, porcellane, oggetti di pelletteria e quant’altro.

Tra le botteghe più antiche, imperdibili sono quelle di Ponte Vecchio, uno dei simboli stessi della città, che a Natale regala uno spettacolare gioco di luci: un lato del ponte, a intervalli regolari, si colora di luci blu, rosa e verdi, mentre sull’altro lato si susseguono degli effetti ottici particolari tutti giocati sulle tonalità del rosa e del giallo. L’insieme di questo caleidoscopico accendersi e spegnersi è davvero notevole, e difficilmente si cancellerà dalla memoria di chiunque abbia l’occasione di vederlo. A completare il colpo d’occhio offerto dalla città affacciata sul fiume, le luci colorano anche gran parte del lungarno, così come le statue del Ponte S. Trinita illuminate di blu.

La magia del Natale si concentra, in particolare, anche in Piazza Santa Croce. Qui, in un luogo che già normalmente lascia stupiti i turisti, con la bellezza della sua Basilica, nel periodo natalizio si rimane davvero senza fiato, rapiti dalle magiche atmosfere del mercatino di Heidelberg che viene tradizionalmente allestito. Si tratta di un pezzo di Germania che dal Nord Europa cala verso la toscana, suggellando un gemellaggio tra le due culture e vedendosi ospitare, lungo un’ordinata schiera di folkloristiche casette di legno, tutti i propri prodotti artigianali più tipici. Si crea, così, un connubio davvero intrigante tra la tradizione rinascimentale di Firenze, con gli affreschi della Basilica e le tombe qui custodite di Michelangelo, Rossini, Foscolo, Alfieri… e i prodotti nordici dell’artigianato tedesco, esposti all’esterno della chiesa in un via vai incessante di persone.

Passando dalla Germania alla Scozia, si può fare rotta verso piazza Santa Maria Novella, dove un mercato speciale celebra l’amicizia di Firenze con la città scozzese di Edimburgo. Qui si possono trovare i prodotti tipici scozzesi come i liquori, il tè e l’abbigliamento. 

Ma, oltre ai mercatini all'aperto, le manifestazione e gli eventi a tema natalizio sono numerosissimi. Tra i tanti, non si può non citare il Florence Noel, che tra novembre e dicembre allestisce alla Stazione Leopolda una serie di attrazioni a misura di bambino (ma non solo). 
Il soffitto è decorato con qualcosa come cinque chilometri di lampadine, che fanno l’effetto di un cielo innevato e regalano un’atmosfera unica ed entusiasmante. Sotto questa volta, si susseguono gli stand che espongono oggetti di artigianato, addobbi per la casa, accessori per il presepe, decori vari e oggetti tradizionali. Non mancano, per sfruttare in pieno il periodo di relax che il Natale può regalare, anche le bancarelle con prodotti pensati per il benessere e la cura del corpo. 
Centro del Florence Noel è la casa di Babbo Natale, una coloratissima ricostruzione in cui vedere le stanze in cui uno dei personaggi più amati di sempre vive, mangia e dorme; mentre nell’apposita sezione dell’ufficio postale, tutti i bambini potranno lasciare la propria letterina.
 Per i più grandi e i più golosi, naturalmente non mancano le specialità gastronomiche più tipiche, come per esempio il famoso panforte toscano.

E a proposito di gastronomia, non può mancare una visita al famoso Mercato di San Lorenzo, in cui fare il pieno delle più tipiche specialità fiorentine tra vini, salumi, dolci (come il tradizionale panforte toscano) e tutte le altre famose preparazioni artigianali. In questa zona, per abbinare un po’ di cultura alle voglie più "corporali", si possono ammirare la Basilica si San Lorenzo e il Palazzo Medici Ricciardi.
Proprio all’interno di quest’ultimo è presente la notissima Cappella dei Magi, nel cui ciclo di affreschi compaiono Lorenzo il Magnifico e tutta la sua corte, seguiti da una schiera di illustri personaggi e filosofi italiani.

Natale o non Natale che sia, naturalmente non si può lasciare Firenze prima di aver visto la sua Piazza del Duomo dominata dalla cupola del Brunelleschi. Qui, le luci natalizie aggiungono un tocco in più a uno scenario che ha pochi eguali nel mondo, e che tra la Cattedrale di Santa Maria del Fiore, il Campanile di Giotto e il famoso Battistero è riconosciuto come uno dei luoghi più belli e ricchi di storia d’Italia.

FIRENZE: ALTRE GUIDE

  • Cosa fare in vacanza a giugno? Calcio in costume – Firenze torna al Rinascimento

    scritto da Federico Ruiz

    Firenze diventa ancora più speciale festeggiando il suo patrono, San Giovanni Battista (24 giugno). Programmandovi il soggiorno per questi giorni vivrete una esperienza indimenticabile! Anche se il caldo comincia ad essere insopportabile in questo... continua

  • Loggia dei Lanzi

    scritto da Ivana Lupi

    La Loggia della Signoria o dei Lanzi (ricordando la guardia mercenaria del Granduca Cosimo I), fu realizzata da Benci di Cione e Simone Talenti negli anni dal 1376 al 1382 per le adunanze pubbliche della signoria. Si compone di grandi arcate su... continua

  • Ponte Vecchio

    scritto da Ivana Lupi

    Fino al 1957 i ponti Fiorentini erano sei. Attualmente sono dieci. Come indicato dal nome, il Ponte Vecchio, Opera di Neri di Fioravante (1345), è il più antico della città. Non solo perché l’unico superstite autentico, ma perché sorge nello stesso... continua

  • Piazzale Michelangelo

    scritto da Ivana Lupi

    Il punto panoramico superbo di Firenze: ecco la definizione per il Piazzale Michelangelo. Questo piazzale è stato realizzato da Giuseppe Poggi tra il 1865 ed il 1870. Qui, si ammira il monumento a Michelangelo, ubicato al centro del Piazzale... continua

  • Palazzo Vecchio

    scritto da Ivana Lupi

    Davanti alla facciata del Palazzo Vecchio, il visitatore può ammirare varie sculture, tre le quali la copia del David di Michelangelo. Al di sopra del portale, sempre sulla facciata, è collocato un medaglione col monograma di Cristo fiancheggiato da... continua

NEWSLETTER
SEGUICI SU
facebook twitter google
CATEGORIE PIÙ RICERCATE
INFORMAZIONI PRATICHE

Contatti

Termini e condizioni

VISITITALY PER LE AZIENDE

Richiedi informazioni commerciali in merito ai nostri servizi online direttamente ai nostri esperti. Accedi alle pagine dedicate alle aziende

Oppure chiamaci al numero

help desk
HELP DESK
0289368926

da lunedì a venerdì

dalle 09.00 – alle 13.00

dalle 14.00 – alle 18.00